La storia dei cupcakes

La storia dei Cupcakes

Mi chiamo Terezie Jirsova ed ho un'esperienza decennale nel settore dei cupcake. Dopo approfondite ricerche sulla storia dei CupCake vi presento la "vera storia" sull'origine dei CupCakes.


I cupcakes
sono uno dei dolci maggiormente associati nella storia alla piccola pasticceria, soprattutto nei paesi anglofoni, dove sono nati si e diffusi sin da subito.


Questi dolci monoporzione, dalla ricetta semplice, possono essere preparati in diverse misure, avvolti in sottili pirottini di alluminio o di carta, con eventuali decorazioni, come creme, glasse, fondenti e perline di zucchero. 

I cupcakes, dall’inglese cup (tazza) + cake (torta), hanno avuto origine intorno all’inizio del 19° secolo grazie alla loro comodità e facilità di cottura.


1796 – A questa data risale la prima ricetta e documentazione di cupcake ad opera di scrittrice americana Amelia Simmons, che scrisse il primo libro di pasticceria American Cookery.
Nel libro vengono chiamati ”a cake to be baked in small cups", ossia torte cotte in piccole tazzine. Ancora non viene usato il loro nome attuale, per quello bisognerà aspettare altri 30 anni.


1826 – Questa data riconduce alla prima volta, che viene usato il nominativo cupcake per queste tortine in miniatura.
Come dice il loro nome, inizialmente si era solito cucinarli in stampi a forma di tazzina di ceramica, perché all’epoca non esistevano stampi monouso come invece di sono al giorno d'oggi. Da lì il nome rimase a indicare dolci tondi, della dimensione di una tazza da tè.


Un’altra interpretazione del nome deriva dall’unità di misura usata per prepararli: infatti si utilizzano burro, zucchero, farina e uova, misurati in tazze e non a peso. Questo portò anche all’utilizzo del nome 1234 cakes, dovuto alla proporzione degli ingredienti, ovvero 1 tazza di burro, 2 di zucchero, 3 di farina e 4 uova.


Entrambe le interpretazioni hanno il loro fondamento storico e si ritengono valide ambedue.

 

Indipendentemente dall’origine del nome la loro semplicità, comodità e velocità di preparazione hanno permesso a questi piccoli dolci di diffondersi dopo la prima guerra mondiale, con l’avvento di piccoli contenitori da cottura per il confezionamento commerciale. Da allora i cupcake sono aumentati di popolarità, diventando icone pop della pasticceria, con la creazione di negozi esclusivamente dedicati alla loro vendita specialmente in America e Inghilterra.


1919
– Hostess, un’azienda dolciaria inizia la produzione industriale di tortine in miniatura, ossia cupcake.
Questa azienda ha segnato una svolta nella storia della preparazione di dolcetti in modo industriale.


Nei anni’20 – I cupcakes iniziano ad essere glassati a mano con glasse al cioccolato o vaniglia.


1947 – I cupcakes iniziano avere la forma odierna grazie al D.R “Doc” Rice, al quale è stato assegnato il compito di cambiarne il design.

 

Anni 2000 – A new York Negozi di cupcakes come “Magnolia Bakery” hanno ottenuto un grandissimo successo grazie alla serie televisiva di HBO "Sex and the City" e questo grande successo ha aiutato diffondere i cupcake ovunque nel mondo.


2009
- Daniel Gross ha Previsto la diminuzione della popolarità dei cupcaked, ma sembra che per adesso la popolarità di questi dolcetti è sempre molto alta.

 

In Inghilterra sono molto popolari anche così detti “Fairy Cake” ossia cupcake di dimensioni ridotte
Il nome suggerisce che grazie alla loro piccola dimensione erano adatti per essere serviti alle feste delle fatine.

Per creare i “Fire Cake” vengono usate le ricette più leggere dei classici cupcake, spesso senza usare il burro come ingrediente ed anche le glasse sono più leggere delle classiche creme di burro.


Negli ultimi anni la moda di cupcake è arrivata anche in Italia.
Questi piccoli dolcetti sono diventati molto popolari specialmente nelle feste dei bambini, grazie alla loro praticità del consumo. Ma sempre più spesso li possiamo vedere anche ai matrimoni ed alle feste di compleanno.


Con passare degli anni, si sono evolute anche le decorazioni.
Da semplici glasse spalmate, passando per decorazioni con sac a poche, negli ultimi tempi vengono spesso decorati con la pasta di zucchero, fiorellini in ostia e tanti zuccherini colorati di vario tipo.
Spesso le decorazioni riproducono il tema della festa, cosi come la torta che li accompagna quasi sempre. 



Ricetta dei cupcakes
 

Esistono varie ricette (e successive variazioni), ma essendo essenzialmente delle versioni in scala di torte anche gli ingredienti di una ricetta base di queste possono essere sufficienti: burro, zucchero, farina e uova. 

E’ possibile usare praticamente qualsiasi ricetta per torte anche per preparare i cupcakes e viceversa, perché alla fine non sono altro che torte in miniatura.

Data la loro natura ridotta i cupcakes hanno una rapida cottura, che li rende ottimi come snacks.


Ricetta Base:


Cupcake glassati (9 pz):

Impasto:

110 g burro a temperatura ambiente;

110 g zucchero semolato;

2 uova, leggermente sbattute;

110 g farina autolievitante;

1-2 cucchiaini di latte;

1 cucchiaino di estratto di vaniglia.



Glassa:

140 g burro a temperatura ambiente;

280 g zucchero a velo;

1-2 cucchiaini di latte;


Poche gocce di colorante alimentare (opzionali).


Preparazione: 

Riscaldare il forno a 180°C, utilizzando uno stampo per muffin siliconato con carta per cupcakes.

Impastare il burro e lo zucchero in una ciotola finché la crema non raggiunge un colore chiaro. A poco a poco aggiungere le uova, e successivamente l’estratto di vaniglia.

Incorporare la farina e aggiungere il poco latte, finché la consistenza non diventa uniforme ed è possibile far cadere il composto da un cucchiaino.

Riempire a metà gli stampini di carta e infornare per 10-15 minuti, o finché la parte superiore non è dorata e l’interno di uno dei cupcake è asciutto.

Raffreddare per 10 minuti, poi rimuovere gli stampini dallo stampo per muffin e sistemarli in una griglia.


Per la glassa sbattere il burro finché non assume una consistenza soffice. Aggiungere metà zucchero finché non raggiunge nuovamente una consistenza omogenea e liscia. Aggiungere lo zucchero rimasto, insieme al latte, finché la glassa non è liscia e cremosa.  Se necessario aiutarsi con ulteriore latte.


Aggiungere infine l’eventuale colorante, ottenendo un coloro uniforme, inserire la glassa in una sac à poche con beccuccio stellato e decorare i cupcakes con un movimento a spirale.

I cupcakes hanno come detto differenti dimensioni, con le versioni mini solitamente larghi 45 mm e altri 50, mentre le versioni normali raggiungono i 65 mm di larghezza e 55 di altezza.

 


Curiosità sui cupcakes

  • Il record di maggior numero di cupcakes mangiati in minor tempo è di 29 cupcake in 30 secondi
  • In media in America viene mangiato un cupcake a testa giornalmente
  • A New York è vietato il consumo di cupcakes nelle scuole per contrastare l’obesità.
  • Nel 2010 i cupcakes hanno rappresentato il 10% delle vendite totali di torte negli Stati Uniti, con la più grande catena, Sprinkles Cupcakes, che produce oltre 25.000 cupcakes giornalmente.
  • Il cupcake più grande al mondo fu realizzato a novembre 2011 da Georgetown Cupcake (USA), per realizzarlo è stato costruito un forno apposito e una tortiera di peso 305,9 kg. Il cupcake pesava 1.176,6 kg, il diametro era 142 cm circa e altezza 91 cm circa. 
  • A ottobre 2017 a Vereeniging, in Sud Africa, volontari di un associazione no-profit “Cupcakes of Hope” hanno costruito un'enorme struttura di 10,77 metri sulla quale hanno posizionato 6.370 cupcake per una raccolta di fondi.


Il cupcakes più grande del mondo